73 lettere di osservazioni sulla modifica dei referendum

Oggi abbiamo consegnato alla Segreteria generale del Comune di Trento 73 lettere firmate da cittadini trentini contenenti osservazioni e domande sulla modifica dei regolamenti dei referendum comunali.

Segreteria

L’iniziativa nasce dalla possibilità di “chiedere informazioni, precisazioni e presentare osservazioni e deduzioni”, come indicato sul sito del Comune, probabilmente in ottemperanza a quanto prevede l’art. 101 dello Statuto comunale, cioè che “il procedimento per le modifiche allo Statuto deve, di norma, includere idonee forme di preventiva consultazione popolare“. Speriamo la consultazione popolare non si limiti a questo… in ogni caso nel post precedente è possibile scaricare la proposta di modifica presentata del Consiglio comunale, senza dover recarsi all’URP, che invece avrebbe potuto pubblicarla in formato pdf e comodamente consultabile dai cittadini. Si sarebbe potuto inoltre predisporre un’apposita finestra per inserire commenti direttamente dal sito… se l’intenzione era quella di accettare commenti e osservazioni dei cittadini.

Ricordiamo nuovamente che questa proposta porterebbe il quorum dall’attuale 50% al 30% (quindi una diminuzione del 40%), mentre aumenterebbe le firme da raccogliere per fare richiesta di referendum del 125%, portandole dalle attuali 2000 (circa il 2,3% degli aventi diritto) al 5% degli iscritti elettorali del Comune (vedi altre considerazioni al post “il Porcellum Tridentinum“).

Tra le varie osservazioni proposte:

  • le indicazioni della Commissione europea per la democrazia attraverso il diritto, organo consultivo del Consiglio d’Europa sulle questioni costituzionali, che sconsiglia il quorum;
  • non vi sono impedimenti legislativi che non permettano l’eliminazione del quorum;
  • la “controproposta” del Consiglio nonostante si richiami a principi di equilibrio e partecipazione prevede un abbassamento del quorum del 40% e un aumento delle sottoscrizioni del 125%;
  • la bocciatura della proposta dei cittadini, e le premesse della “controproposta” consiliare si basano su una nota tecnico-amministrativa, che in realtà presenta considerazioni soggettive, e indicazioni contraddittorie;
  • non si capisce l’improvvisa urgenza di aumentare le firme quando queste hanno portato in 15 anni a due soli referendum, tante sarebbero le priorità, come definire i tre tipi di referendum (consultivi, abrogativi, propositivi) che al momento sono previsti solo “sulla carta”

Ringraziamo i cittadini che hanno partecipato a questa iniziativa, e pubblichiamo sotto la ricevuta della consegna delle 73 lettere.

ricevuta consegna lettere

Qua alcuni dei modelli di lettera presentati, anche se ogni lettera consegnata è diversa dalle altre:

Lettera 01, lettera 02, lettera 03, lettera 04, lettera 05, lettera 06, lettera 07, lettera 08

Annunci

2 risposte a “73 lettere di osservazioni sulla modifica dei referendum

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...