Fino al 27 febbraio per commentare la delibera del Comune di Trento

Fino a mercoledì 27 febbraio è depositato presso l’Ufficio relazioni con il pubblico in via Belenzani lo schema di deliberazione consiliare relativo alla modifica dell’art. 19 dello statuto comunale e degli articoli 17 e 29 del regolamento sugli istituti di partecipazione popolare, cioè la “controproposta” del Consiglio comunale all’iniziativa “Quorum Zero a Trento” presentata da 1900 cittadini trentini, bocciata dal Consiglio il 5 dicembre 2012.

Pubblichiamo qua lo schema di deliberazione in questione, con la relazione introduttiva: relazione + proposta delibera.

Ricordiamo che questa controproposta porterebbe il quorum dall’attuale 50% al 30% (quindi una diminuzione di 20 punti percentuali), mentre aumenterebbe le firme da raccogliere per fare richiesta di referendum del 125%, portandole dalle attuali 2000 (circa il 2,3% degli aventi diritto) al 5% degli iscritti elettorali del Comune (vedi altre considerazioni al post “il Porcellum Tridentinum“).

Quello che può interessarci è che fino al 27 febbraio, come recita la comunicazione sul sito del Comune, i cittadini possono chiedere informazioni, precisazioni e presentare osservazioni e deduzioni telefonando al numero telefonico 0461/884140 o scrivendo alla Segreteria generale (via Belenzani, 19 – 38122 Trento, renzo_gottardi@comune.trento.it).

Invitiamo quindi chi avesse a cuore la tutela dei propri diritti ad approfittare ora di questa occasione per presentare le proprie osservazioni.

Ecco la comunicazione “ufficiale” sul sito del Comune: vai alla pagina.

In data 6 febbraio uno dei promotori dell’iniziativa “Quorum Zero a Trento” ha presentato un’istanza al Sindaco di Trento in merito alla proposta di delibera. Potete utilizzarla come spunto per eventuali obiezioni: istanza al Sindaco.

Se qualcuno inviasse delle osservazioni vi chiediamo di condividerle con noi, in modo da poter prendere spunto o inoltrarle a nostro nome alla Segreteria generale. Scriveteci dalla pagina “contatti“.

Palazzo Thun 1

Annunci

2 risposte a “Fino al 27 febbraio per commentare la delibera del Comune di Trento

  1. La delibera del Comune di Trento in materia referendaria è non solo pilatesca, ma anche peggiorativa della precedente situazione. L’aumento delle firme necessarie infatti, riduce la possibilità di gruppi di cittadini di chiedere il referendum mentre agevola le grandi corporazioni o i grandi partiti, che naturalmente sono già rappresentate in consiglio.
    Portare il quorum al 30% è lo specchietto dietro il quale nascondere la vera scelta effettuata.
    Ridurre ulteriormente gli spazi di democrazia e partecipazione dei cittadini, le loro possibilità di controllo e di intervento nella vita amministrativa della città.
    Una vera vergogna per chi si proclama democratico.

  2. Certo che sarebbe bello sapere chi e quali osservazioni vengono postate in riferimento alla proposta di deliberazione. Perchè queste non vengono condivise a piè di pagina sul sito del comune?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...